Dora Schwarzberg, violino

Dora Schwarzberg, violino

Dora Schwarzberg è nata nel backstage di un teatro ebraico dove lavoravano i suoi genitori. È forse questo fatto che ha formato il suo credo artistico, espresso dalle parole di suo padre: "il violino deve parlare e gridare!". La collaborazione personale e artistica con musicisti come J. Yankelevich, V. Berlinsky, A. Schtern, I. Stern, D. Delay, J. Menuhin è stata determinante nella formazione artistica della talentuosa e pluripremiata violinista, elogiata anche come rappresentante della "scuola violinistica di Odessa-Mosca-Gerusalemme-New York". Per Dora Schwarzberg la musica non è solo una professione ma uno stile di vita, per questo ama farsi tramite fra la gente e i musicisti con i quali stabilmente collabora nei Festivals più importanti, tra cui M. Argherich, J. Bashmet, B. Berezovsky, M. Drobinsky, D. Geringas, P. Gililov, N. Imai, A. Rabinovitch, M. Maisky, D. Rossi, A. Rudin. Le esibizioni concertistiche e l’attività pedagogica si completano vicendevolmente: è docente presso l’Hochschule für Musik di Vienna e l’Accademia di Musica di Pinerolo, prendendosi cura con enorme dedizione della crescita musicale e professionale dei suoi allievi, la maggior parte dei quali è vincitrice di concorsi internazionali e ricopre posizioni principali nelle orchestre e nelle formazioni cameristiche più rinomate del mondo musicale. È regolarmente invitata a tenere masterclasses in Europa, Cina, Giappone, Stati Uniti d’America, Paesi Baltici, Russia.
Il suo repertorio spazia dalle sonate barocche ai tanghi argentini, e molte sono le registrazioni discografiche al suo attivo che testimoniano il suo eclettico amore per la musica e la sua vitalità di interprete appassionata.


Dora Schwarzberg was born in the backstage of a Jewish Theatre, where worked her parents, in their turn musicians. It is perhaps this fact which formed her artistic Credo, expressed in the words of her father: "the violin must speak and cry!" Personal and artistic communication with musicians such as J. Yankelevich, V. Berlinsky, A. Schtern, Isaac Stern, D. Delay, Menuhin made such an impact on Dora Schwarzberg, that she is considered a typical representative of the Odessa-Moscow-Jerusalem-NY violin school.
For Dora Schwarzberg music is not only a profession, but a lifestyle. It is a means of communication with people, as varied and individual as the artists with whom she collaborates. They include M. Argherich, J. Bashmet, B. Berezovsky, M. Drobinsky, D. Geringas, P. Gililov, N. Imai, A. Rabinovitch, M. Maisky, D. Rossi, A. Rudin, to name but a few. Performance and pedagogical activities naturally complete each other. She is lecturer at the Vienna Musikhochschule and at the Pinerolo Accademia di Musica, where she continues to explore music and life with her students. The great majority of her students is prizewinner of international competitions, and hold leading positions with major orchestras and chamber ensembles all over the world. She also gives masterclasses in Europe, China, Japan, United States of America, Baltic Countries, Russia.
The repertoire of this violinist envelops music from baroque sonatas to Argentinian Tangos, where the defining link in this extensive chain of works is her love for each of them and a desire to radiate this love to her audiences.

Indietro