Benedetto Lupo, pianoforte - light course

Considerato dalla critica internazionale come uno dei talenti più interessanti e completi della sua generazione, Benedetto Lupo si è imposto all’attenzione del mondo musicale con l’affermazione nel 1989, primo italiano, al prestigioso Concorso Internazionale Van Cliburn che lo ha portato a suonare con le più importanti orchestre americane ed europee come la Philadelphia Orchestra, Boston Symphony, Chicago Symphony, Los Angeles Philharmonic, Orchestre Symphonique de Montréal, Seattle Symphony, Vancouver Symphony, la London Philharmonic, Gewandhaus Orchester di Lipsia, Rotterdam Philharmonic, Hallé Orchestra, Deutsches Symphonie-Orchester, Stuttgarter Philharmoniker, Orquesta Nacional de España, Orchestre Philharmonique de Monte Carlo, Orchestre Philharmonique de Liège, Bergen Philharmonic, Orchestre du Capitole de Toulouse. Dopo il debutto a tredici anni con il Primo Concerto di Beethoven, si era già affermato in numerosi concorsi internazionali, tra i quali il "Cortot" ed il "Robert Casadesus”, "Gina Bachauer" e nel 1992 il Premio "Terence Judd" a Londra. La sua intensa attività concertistica lo ha visto spesso ospite al Lincoln Center di New York, alla Salle Pleyel a Parigi, alla Wigmore Hall a Londra, alla Philharmonie a Berlino, al Palais des Beaux Arts di Bruxelles, al Festival di Tanglewood, al Festival Internazionale di Istanbul, al Festival “Enescu” di Bucarest e al Tivoli Festival di Copenaghen Nella stagione 2017/2018 sarà protagonista di una serie di concerti con orchestra in Spagna (Oviedo, Madrid) e tornerà ad esibirsi a Londra con la London Philharmonic diretta da Juanjo Mena e negli USA con concerti con la Buffalo Philharmonic . Nel 2018, in occasione del centenario della morte di Claude Debussy presenterà un programma monografico a Firenze, Perugia, Napoli e Venezia, a Washington e in Canada. Oltre alle sue registrazioni per numerose radiotelevisioni europee e statunitensi, Benedetto Lupo ha inciso per TELDEC, BMG, VAI, NUOVA ERA e l’integrale delle composizioni per pianoforte e orchestra di Schumann per la ARTS. Nel 2005 è uscita una nuova incisione del Concerto Soirée di Nino Rota per Harmonia Mundi che ha ottenuto ben cinque premi internazionali, tra i quali il “Diapason d’Or”. Nato a Bari, Benedetto Lupo ha iniziato gli studi musicali nella sua città, sotto la guida di Michele Marvulli e Pierluigi Camicia, perfezionandosi successivamente con Sergio Perticaroli, Aldo Ciccolini e frequentato le masterclass di Carlo Zecchi, Nikita Magaloff, Jorge Bolet e Murray Perahia. Pianista dal vasto repertorio, Benedetto Lupo ha al suo attivo anche un’importante attività cameristica e didattica; insegna al Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli, tiene master class presso importanti istituzioni internazionali ed è spesso invitato nelle giurie di prestigiosi concorsi pianistici internazionali. Dall’anno accademico 2013/2014, è titolare della cattedra di pianoforte nell’ambito dei corsi di perfezionamento dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, istituzione della quale, dal dicembre 2015, è accademico effettivo.

Benedetto Lupo has been described by critics as an "exceptionally fine pianist... who has a remarkably fine touch and beautiful tone control" (The Oregonian). Praised for his "keen musical intelligence and probing intellect" (Miami Herald), and for combining "meticulous technique with romantic sensitivity" (Birmingham News), he has gained worldwide recognition. After winning the bronze medal in the 1989 Van Cliburn International Piano Competition, Benedetto made acclaimed debuts with several major American orchestras, as well as chamber appearances with the Tokyo String Quartet. His New York City recital debut at Alice Tully Hall followed in 1992, the same year he won the Terence Judd International Award, which in turn led to his debut at London's Wigmore Hall. Benedetto Lupo’s recent North American performances Tanglewood Festival, Los Angeles Philharmonic; Baltimore Symphony; Mostly Mozart Festival, Chicago Symphony. In Europe, he has appeared in his native Italy with the Orchestra della Svizzera Italiana, Santa Cecilia Symphony, Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, the National RAI Orchestra, Maggio Musicale in Florence. He has also celebrated Liszt’s 200th birthday by performing the composer’s Concerto No. 1 and Totentanz with the Gewandhaus Orchestra in Leipzig; performed Nino Rota’s Concerto Soirée with the Spanish National Orchestra (Madrid) to mark the composer’s 100th birthday; and performed with the London Philharmonic under the baton of Vladimir Yurowski, Bilbao Symphony, Budapest Philharmonic, Orchestre Philharmonique de Nantes with Jean Jacques Kantorow, Liege Philharmonie with Christian Arming and Luois Langrée, and with the Orquesta Sinfonica de Navarra (Spain), Hallé, Bergen (Norway), Rotterdam. Mr. Lupo's recordings include an acclaimed version of Nino Rota's Concerto Soirée on Harmonia Mundi for which he received the prestigious Diapason d’Or award. With Peter Maag and the RSI Symphony Orchestra he has recorded Schumann's complete works for piano and orchestra, including the first CD recording of the piano version of Konzertstück, Op. 86, for the Arts label. Benedetto Lupo teaches at the Accademia Santa Cecilia in Rome, gives master classes around the world. He is featured on the Emmy-award winning documentary Here to Make Music: The Eighth Van Cliburn International Piano Competition and the seven-part series Encore! The Final Round of Performances of the Eighth Van Cliburn International Piano Competition, both for PBS. In December 2015 he was named Accademico di Santa Cecilia.

Indietro